La Navigazione
Malus per razza  

Angeli

Nessun malus.

 

Demoni

Nessun malus.

 

Drow

Malus: durante le ore diurne non potranno muoversi privi di manto sul ponte della nave a meno di un progressivo indebolimento della vista. Su una nave il sole risulta molto più forte che in terra perché vi è anche il riflesso che risale dall’acqua, pertanto l`esposizione prolungata, anche ammantati, è fortemente sconsigliata.

 

Elfi

Nessun malus.

 

Fate

Nessun malus.

 

Folletti

Nessun malus.

 

Gnomi

Nessun malus.

 

Hobbit

Nessun malus.

 

Kendot

Nessun malus.

 

Mannari

Per i mannari è impossibile la navigazione durante il plenilunio e fortemente sconsigliata nei giorni che lo precedono (due).

Appurato che nel Granducato non vi sono tratte così lunghe per poter effettivamente dimostrare che i mannari patiscano la lontananza dalla terra al punto da avere reazioni violente al limite della mutazione spontanea.
Appurato che quest’ultima avviene solo in casi di fortissimo stress non paragonabile alla navigazione.
Appurato che il mannaro nella fase homid, quindi esclusi senza remore i giorni di plenilunio, è in tutto e per tutto simile all’essere umano, e quindi come egli possa soffrire o meno il mal di mare, senza per questo aver bloccata la navigazione, viene reso noto che, fatta ASSOLUTA ECCEZIONE per i giorni del mese in cui il mannaro è trasformato (e nei giorni vicini al plenilunio), per un mannaro vi è la stessa libertà di imbarcarsi che per un umano, senza restrizioni di sorta alcuna.

 

Mezzelfi

Nessun malus.

 

Nani

Malus: i Nani, secondo la leggenda, furono plasmati dalla roccia delle Montagne e ad esse, luoghi della memoria e dimore ancestrali, sono profondamente legati. L`acqua scava la pietra, inesorabilmente, pertanto risulta un elemento naturale istintivamente detestato dalla maggior parte dei Nani. Essi affrontano con stoicismo ogni sfida, ma il moto irregolare dell`acqua e l`imprevedibilità dei venti ai quali sono sottoposte le imbarcazioni pongono i Nani in una condizione di lacerante disagio psicofisico. Inoltre, questi ultimi difficilmente si cimenteranno in imprese che richiedono l`abbandono del Continente e per questo si sconsigliano equipaggi costituiti da Nani.

 

Umani

Nessun malus.
 

Vampiri

Malus: impossibilitati a sostare, durante la navigazione diurna, sul ponte della nave, non in luoghi interni alla nave stessa. Su una nave il sole risulta molto più forte che in terra, perché vi è anche il riflesso che risale dall’acqua, pertanto l’esposizione anche breve sul ponte di una nave da parte di un vampiro, comporta la morte.
Per un vampiro è inoltre strettamente necessario avere garantita una fonte di nutrimento onde evitare la caduta in frenesia, in particolare:

- Viaggio di un giorno: E` obbligatorio per i vampiri puer/giovani aver garantito nutrimento.
- Viaggio di due giorni: E` obbligatorio per i vampiri puer/giovani e maturi aver garantito nutrimento.
- Viaggio di tre giorni: E` obbligatorio per i vampiri puer/giovani, per i maturi e per gli anziani aver garantiito nutrimento. Gli antichi cominciano a sentirne la necessità ma per essi non è vincolante.
- Viaggio oltre i tre giorni: E` obbligatorio per tutti i vampiri, qualunque sia la loro anzianità, aver garantito il nutrimento.

Pertanto è consigliato il viaggio con la compagnia del proprio ghoul o bambola di sangue, o eventualmente in assenza di questi, è necessario che l`equipaggio fornisca animali (vivi) per il nutrimento del vampiro.

 

 

Ultimo aggiornamento: 03/03/2012

Torna alla HomePage

 

Web master: Nemesys. Proprietario: Odette.