L'Erbapipa - caratteristiche ed effetti

Caratteristiche botaniche

Famiglia: Solonacee

Habitat e distribuzione: L’erba pipa selvatica è rara da trovare se non in zone a clima secco ma con una buona presenza idrica. Con la coltivazione questa pianta è reperibile pure in grandi aree temperate, anche vicino al mare.

Aspetto: La pianta si presenta col fusto eretto, alta massimo tre piedi, con rami che partono direttamente dal terreno in posizione quasi perpendicolare, dall’aspetto di cespugli.

Frutti: Dopo l’infiorescenza si possono notare dei baccelli circolari verdi o giallognoli di diametro di mezza cannella che contengono semini simili alle spore.

Fiori: I fiori, di colore bianco, compaiono in estate in delicate infiorescenze a forma di spiga.

Foglie: Foglie lanceolate, a bordo intero senza attaccatura.

 

Effetti generali

Fumare l’erbapipa porta ad una moderata alterazione dell’attività cerebrale dalla quale consegue una attenuata sensibilità a discapito del sistema cardiocircolatorio, di quello muscoloscheletrico, ripercuotendosi sul grado di concentrazione e sull’attenzione.
L’abbassamento della pressione arteriosa che deriva dall’utilizzo dell’erbapipa, ed il moderato stato di ipossia che viene a determinarsi, sono probabilmente la causa di quello stato in cui viene a trovarsi l’individuo che fuma, stadio descritto come quiete o serenità.


Il fumo di erbapipa va ad intaccare l’apparato respiratorio causando tosse, ingiallendo i denti e le mucose e provocando alterazioni al senso del gusto.
Alcuni soggetti fumatori possono non tollerare, a seconda delle circostanze, il fumo di erba pipa.
In altri soggetti inoltre possono manifestarsi non di rado gravi cali pressori seguiti da nausea ed astenia, sudorazione fredda, cardiopalmo e rigurgito.
Se assunta in grande quantità può manifestarsi una sorta di avvelenamento con i sintomi tipici della stessa. Il consumo abituale porta invece a dipendenza: da ritenersi quindi sostanza ansiogena e psicotropa.
I suoi effetti non potranno, comunque, arrivare ad assimilarsi al consumo di droghe.

Effetti del fumo di Erbapipa per razza  

Angeli

Nessun effetto. L’assenza di un apparato respiratorio e la chiusura della cavità orale non gli permette fisicamente di fumare.

 

Demoni

Il demone non subisce alcun effetto, essendo sprovvisto di polmoni non la può assimilare, tuttavia potendo imitare la normale respirazione, può riempire la bocca di fumo e sputarlo fuori.

 

Drow

Per un drow la diminuzione della sensibilità sarà leggerissima, quasi impercettibile, non risentono dell’abbassamento di pressione come negli umani. Per questa razza la tosse si presenterà in maniera meno frequente, vista la capacità di non risentire della rarefazione dell’aria.

 

Elfi

Per un elfo la diminuzione della sensibilità sarà leggerissima, quasi impercettibile, questo perché grazie alla linfa rossa non risentono dell’abbassamento di pressione come negli umani. Per questa razza la tosse si presenterà in maniera meno frequente, vista la capacità di non risentire della rarefazione dell’aria.

 

Fate

Apparato respiratorio assente. È fisicamente impossibile fumare.

 

Folletti

Il sistema respiratorio di un folletto lavora con estrema rapidità, questo fa sì che l’azione del fumare sia molto rapida. Nonostante ciò, le conseguenze saranno simili a quelle descritte negli effetti generali, a causa dell’intenso lavoro del cuore e del sistema circolatorio che rende quasi nulla la riduzione dell’attività cerebrale - grazie anche ad un’elevata pressione sanguigna.

 

Gnomi

Si riscontrano gli EFFETTI GENERALI sopra descritti se non per una minore diminuzione dell’attività celebrale e della sensibilità, dovuto il tutto alla maggiore velocità di circolazione del sangue rispetto all’uomo.

 

Hobbit

Gli effetti riscontrati sono in tutto e per tutto identici a quelli descritti negli EFFETTI GENERALI.

 

Kendot

L’assunzione di erbapipa comporterà un rallentamento dei battito cardiaco al pari di quello umano. Questo implicherà anche una eccessiva rilassatezza e sensazione di serenità. L’effetto avrà, però, durata dimezzata.

 

Mannari

Gli effetti riscontrati sono in tutto e per tutto identici a quelli descritti negli EFFETTI GENERALI.

 

Mezzelfi

Questa razza, per via della capacità del suo apparato di immagazzinare una maggiore quantità di fumo in tempi brevi, riscontrerà gli effetti generali sopra descritti in maniera più accentuata. L’effetto avrà, però, durata dimezzata.

 

Nani

Gli effetti che sortirà sui nani saranno analoghi agli effetti generali sopra descritti, se non per una maggiore riduzione dell’attività cerebrale e della sensibilità, dovuta alla densità del sangue nanico maggiore di quella umana. Questo fattore renderà il sangue meno fluido che, collegato ad una diminuzione del battito cardiaco, porterà ad una minore ossigenazione del cervello. Il tutto si paleserà con una maggiore riduzione dell’attività cerebrale.

 

Umani

Gli effetti riscontrati sono in tutto e per tutto identici a quelli descritti negli EFFETTI GENERALI.

 

Vampiri

Nessun effetto.

 

 

Ultimo aggiornamento: 03/03/2012

Torna alla HomePage

 

Web master: Nemesys. Proprietario: Odette.