Regolamenti della Gestione
   

EDITTO ASTARTE

(10 giugno 2012)

I nobili di LOT decidono rispondere a sempre più frequenti domande che la "società lottiana" pone riguardo l'uso della violenza, la frequenza di casi di morte di personaggi nei GdR ma più in generale sulla supposta e discussa FUNZIONE EDUCATIVA che qualcuno suggerisce un gioco come LOT dovrebbe avere.
Anzitutto occorre premettere che LOT è un luogo dove chiunque può entrare, creare un personaggio di una di tante razze, scegliere un modo di giocare. Questo può farlo indipendentemente dalla sua età, dal suo censo, dal luogo di provenienza, dalle amicizie che ha.
In questo senso LOT ha già una sua enorme funzione educativa in quanto gioco. Tutti i giochi in quanto tali, in quanto occasione di stare insieme educano se vogliamo. Un gioco come LOT che mette a contatto tra loro per ore persone di età, sesso, religione, origini e ricchezza così diverse è già una esperienza positiva, o almeno è una OCCASIONE di poter vivere una esperienza positiva (poi sta al singolo approfittarne o meno).
Non solo. Ma LOT un luogo controllato, dove si investono molte risorse di molta gente per consentire a tutti di giocare liberamente e con serenità senza essere molestato, insultato, senza vedersi offeso per idee politiche, convinzioni religiose, sesso o razza. Questa è una grande ricchezza di LOT, il fatto che la generosità di tanti lottiani (guardie, guide, governatori, ma anche semplici cittadini) riesca a fare di questo luogo un luogo sicuro (nei limiti di quanto è umanamente possibile fare).
Ora molti, tra i quali persone autorevoli, alcune anche professionisti educatori in diverse realtà, ci spingono a porre un freno a certi aspetti del gioco di Ruolo LOT, quali un eccessivo ricorso a combattimenti che si concludono con la morte (virtuale ovviamente) di uno dei contendenti, una sfrenata cattiveria di taluni, un cinismo privo di limiti di altri.
Bene, vista con gli occhi non del giocatore Conte, o Baronessa, ma del gestore di questa comunità, la soluzione più semplice e che consentirebbe di far dormire meglio la notte sarebbe senz'altro quella di approvare queste mozioni e di porre nuovi limiti.
In realtà ci abbiamo lungamente pensato già da mesi.
Circa due mesi fa i master di gilda hanno creato una commissione interna chiamata Gruppo di Tutela che ha prodotto una proposta di regolamentazione e una serie di avvertenze/raccomandazioni da apporre in diversi luoghi di LOT.
In particolare il Gruppo di Tutela (il cui lavoro è stato approvato dai master e quindi dai Nobili) ha stabilito che:

1) Sono vietati COMUNQUE GdR nei quali siano presenti bambini e nei quali si faccia ricorso anche minimanente a violenza. Si può impersonare un bambino ma solo in giochi in cui la violenza sia del tutto assente. Questo è un punto FACILE da rispettare.

2) Va evitato il ricorso a descrizioni troppo indulgenti di tipo splatter o nelle quali si dimostri un compiacimento nella descrizione di particolari orridi. Questo punto è più INTERPRETATIVO, lasciato al giudizio che comunque può essere personale, ma fidiamo nel buon senso.

3) GdR particolarmente violenti vanno giocati solo DOPO le 23.

Queste sono le UNICHE REGOLE attualmente vigenti nel Gioco di Ruolo LOT (LOT è anche altro, ma l'argomento riguarda ovviamente solo la sua parte GdR).
Sono negativi giochi particolarmente stupidi visti nei quali si rappresentava la morte di un feto oppure si giocava su effetti particolarmente volgari come peti, defecazioni o peggio.
Questo è sbagliato e impoverisce la qualità del gioco LOT e come tale le guardie lo vietano.
Ma non intendiamo andare oltre.
Di recente la morte è una moda e c'è una specie di corsa a morire o a immolarsi anche solo per partecipare del processo di resuscitazione.
Questo è negativo per la qualità del gioco LOT, ma non è possibile stabilire un metodo di controllo e neanche la generica affermazione "che almeno la morte sia giustificata nel gioco" ha senso giacchè ci sono gilde, personaggi, razze che sono negative in assoluto e per le quali non ha alcun senso la costrizione a motivare i loro gesti.
I nobili di LOT credono invece nel fatto che sia il gioco stesso, i giocatori stessi, con il loro apprezzamento, il loro giudizio a regolare questi eccessi e ad indurre chi li compie a sentirsi disapprovato, escluso dal gioco.
Ogni divieto è una limitazione, questo in linea generale. Alcuni divieti sono indispensabili e sono stati introdotti, ma non a seguito di un precetto moralistico, bensì per puro giudizio "da gestore", quindi fondato su argomenti di mera utilità al gioco o alla comunità o alla tranquillità di chi la gestisce.
Nel prendere e maturare queste convinzioni abbiamo anche assunto posizioni nel passato che non sono coerenti con quanto fin qui detto.
Per fare un esempio l'Unicorno ha vietato (decisione avallata dal Conte THORM, quindi non è una critica all'Unicorno) ai Mercenari di inscenare un combattimento tra animali fantasy (quindi non animali veri, cani, polli o altro) pensando che così facendo alcuni potessero vederci una legittimazione non voluta del fenomeno IGNOBILE dei combattimenti tra animali sobillati da uomini di cui sono piene le cronache.
In realtà questa decisione è stata un errore. Con questo criterio allora a LOT è impossibile fare nulla perchè uccidere un personaggio a sua volta è sicuramente peggio.
Come si intuisce è un argomento complesso e pur avendo maturato la decisione di rimanere con i soli divieti attuali, siamo non solo disponibili a ricevere contributi, ma addirittura sarebbe un bel momento di crescita "sociale" parlarne insieme.
Per ora intendiamo procedere su questa strada e con queste sole regole. Se poi la storia ci condannerà allora prenderemo provvedimenti più restrittivi.
Il presente documento speriamo non sia un incitamento a nuove esplosioni di violenza di gioco, ma al contrario, speriamo induca a riflettere un pò sul tipo di gioco che si fa e sul fatto che nella stessa chat dietro un anonimo personaggio c'è sempre una persona e che non sempre questa persona è maggiorenne, che non sempre comunque ha la nostra stessa maturità.

   

 

Ultimo aggiornamento: 10/06/2012

Torna alla HomePage

Web master: Nemesys. Proprietario: Odette.