Editti dell'AGM
   

Metodologia di casting

(5 marzo 2012)

 

A. Come si casta
L`utilizzo dei cast richiede quattro azioni. Ogni gilda avrà una propria metodologia nell`interpretare le prime tre fasi coerentemente al proprio approccio alla magia/misticismo. I seguenti "dati tecnici" sono, invece, da inserire obbligatoriamente e la loro assenza causerà il fallimento del cast.

1 - Concentrazione: va specificato il tentativo di concentrarsi e per i mistici la presenza dell`aura al livello minimo.

2 - Richiamo del Potere: va usato il catalizzatore, dando la possibilità a chi interagisce con i caster di impedirne il corretto utilizzo (es : non vale nasconderlo o tenerlo sotto i vestiti, fuso con la carne, o averne uno indistruttibile). Va specificato il tentativo di richiamare il potere.
Per i mistici va invocata la propria divinità e portata l`aura al livello medio.

3 - Lancio del Potere: va specificato il nome del cast in maiuscolo e tra due asterischi (*NOMECAST*) . Di seguito è indispensabile scrivere il nome dei bersagli o l`area d`effetto, la durata del cast ed il raggio d`azione se diverso da visivo. I malus, le limitazioni ed i bonus vanno inseriti solo se contingenti alla giocata in corso. Serve inoltre specificare il livello del caster e quello del cast.
Per i mistici prima di lanciare il cast va portata l`aura al livello massimo.

4 - Stanchezza: in questa fase è impossibile fuggire (o compiere sforzi fisici ulteriori) e intraprendere azioni complesse (schivare colpi, ecc...). Per un gioco corretto, va relazionato il livello del caster con il livello del cast lanciato ed il totale di quelli usati nell`arco della giornata. I cast che prevedono il mantenimento della concentrazione vedranno il caster stancarsi al termine dell`effetto o quando si interrompe la concentrazione. Per gli Stregoni che provano l`Euforia è possibile avere comportamenti diversi, ma resta l`impossibilità di fuggire o compiere azioni complesse.

Nota bene: in presenza del fato o in giocate con molti personaggi (più di 10-15) è obbligatorio scrivere in maiuscolo "CONCENTRAZIONE" e "RICHIAMO".

A1. Specifica: la riduzione delle azioni:
Dal IV livello sarà possibile castare in tre azioni, unendo l`azione di concentrazione e quella di richiamo. Occorre specificare che la concentrazione viene ottenuta automaticamente. Il lancio del potere e la fase di stanchezza restano invariati.
- IV livello : riduzione per cast di I livello.
- V livello : riduzione per cast fino al II livello.
- VI livello : riduzione per cast fino al IV livello.

La riduzione delle azioni di casting è consentita:
1) a tutti i livelli sempre, se e soltanto se gli incanti (di qualsiasi tipologia) sono rivolti a personaggi appartenenti alla Gilda o comunque per alimentare un gioco interno alla Gilda;
2) a tutti i livelli verso personaggi non appartenenti alla Gilda se e soltanto se gli incanti non sono mirati a causare danni o ottenere vantaggi, quindi esclusivamente per creare situazioni di puro gioco.

In tali circostanze, la riduzione delle azioni di casting prevede:
- dal I al III livello: due azioni per ogni cast
1) Ricerca della concentrazione + richiamo
2) Lancio del cast
- dal IV al VI livello un`unica azione per ogni cast

B. Turnazione e tempistiche:
La durata del cast viene contata a partire dal turno in cui viene esitato dai bersagli o dal fato.
I caster dovranno rispettare la normale turnazione con i pg interagenti. Nelle giocate con più di 10 personaggi e nelle campali si può mandare un`azione ogni 8 minuti.

C. Interruzione e Fallimento del cast:
L`interruzione di un cast può avvenire unicamente nelle prime due fasi (concentrazione e richiamo) e può essere volontaria o causata da fattori esterni.

Se il cast viene interrotto durante la prima fase non ci sarà alcuna conseguenza per il caster.
Se il cast viene interrotto durante la seconda fase il caster subirà un turno di stanchezza e perderà un cast dal computo giornaliero.
Il fallimento del cast, invece, è previsto unicamente per volontà del fato o se mancano - nel corpo delle azioni - le specifiche tecniche delle prime tre fasi di lancio o viene sbagliato il nome dell`incantesimo o invocazione.
Un cast lanciato (quindi nella fase di Comando di Potere) avrà il suo normale effetto in qualsiasi circostanza, salvo dove il fato specifica altrimenti.

C1. Relazione fra livelli di potere e fattori di interruzione esterni
Livello I: dovrà rimanere fermo nella propria posizione e non potrà castare da cavallo o in volo. Luoghi molto affollati e rumorosi (più di 10 pg), urla, tuoni e contatti fisici subìti dopo la ricerca della concentrazione lo distrarranno facilmente.

Livello II: dovrà rimanere fermo nella propria posizione e non potrà castare da cavallo o in volo. Forti rumori ravvicinati e contatti fisici che ne destabilizzino anche minimamente la posizione lo deconcentreranno. Qualsiasi condizione meterologica più grave di un temporale renderà più difficile la concentrazione.

Livello III: può muovere al massimo un paio di passi molto lenti e castare da cavallo o in volo, purchè - in entrambi i casi - non ci si muova. Urla nelle orecchie, colpi diretti (pugni, schiaffi), danni di media entità, saranno causa di distrazione. Le condizioni ambientali e metereologiche non sono più motivo di deconcentrazione.

Livello IV: può muovere tre o quattro passi e castare da cavallo o in volo purchè il movimento sia lineare e decisamente lento. Danni di entità grave, ferite con armi contundenti o da taglio saranno causa di distrazione, così come ruggiti di draghi esplosi entro 50 metri dal caster.

Livello V: può muoversi di una decina di passi e castare da cavallo o in volo purchè la velocità non sia sostenuta e non vi siano improvvisi cambiamenti di direzione o movimenti bruschi. Danni di entità gravissima, ferite provonde o impatti di grande potenza lo distrarranno. I ruggiti dei draghi saranno fattore di distrazione solo se eseguiti entro i 20 metri dal caster.

Livello VI: può muoversi di una decina di passi, con movimenti spediti. A cavallo potrà muoversi al trotto, massima velocità consentita anche in volo. Danni di entità gravissima, ferite profonde o impatti di grande potenza riusciranno a distrarlo. I ruggiti dei draghi saranno fattore di distrazione solo se eseguiti entro i 10 metri dal caster.

Specifiche: per volo si intende sia la facoltà di utilizzo delle ali che il volo sulla scopa o altri mezzi di locomozione volanti. L`altezza massima di volo consentita per castare (per i livelli che possono fruire di tale possibilità) è di 150 cm, dando così la possibilità anche alle razze basse di interrompere i cast o interagire con i catalizzatori. Le specifiche per il cavallo, inoltre, sono valide per qualsiasi altro mezzo di locomozione. In mare, invece, ci si rifà alla correttezza dei singoli ove non fosse presente il fato.

Nota: i personaggi silenziosi non vanno picchiati! Ribaltare tavoli senza motivo, attaccare per sicurezza quando appare la scritta "concentrazione" o un personaggio potrebbe sembrare pensieroso non è normale. Davvero!
 
   

 

Ultimo aggiornamento: 20/04/2012

Torna alla HomePage

Web master: Nemesys. Proprietario: Odette.